Author:
Domus
Published:
October 6, 2014
Categories:
Books and music Visual arts

L’artista russa Ekaterina Panikanova esplora il tema delle memorie d’infanzia invitandoci ad imparare a conoscere noi stessi attraverso la lettura del nostro subconscio. L’artista esprime aspetti intimi e profondi della psiche umana in modo visivo, dipingendo sulle pagine di libri aperti. Si tratta di libri, riviste, fumetti, quaderni e diari che vengono acquistati in bancarelle dell’usato. L’artista recupera queste memorie cedute e vendute da altri per usarle come supporto per esprimere le proprie. Questo suo modo di comunicare e di rappresentare il mondo dei ricordi è fatto di frammenti. Su ogni libro viene rappresentata solo una parte di un ricordo, che riesce ad assume un significato comprensibile solo là dove viene accostato agli altri. Solo così la memoria prende forma e ci restituisce un ricordo più completo.

Ekaterina Panikanova, nata a San Pietroburgo nel 1975 vive e lavora tra Roma e San Pietroburgo.
All’età’ di soli 5 anni partecipa alla prima mostra nel Museo Ermitage di San Pietroburgo
Ha compiuto gli studi presso la Scuola dell’Arte del Museo dell’Hermitage in San Pietroburgo (RU) e effettuato un corso di pittura antica al Museo dell’Hermitage di San Pietroburgo.
Nel 2001 ha Conseguito la Laurea in Pittura Monumetale presso lo studio del professore Andrey Milnikov. Nel 2003 è accolta nel Circolo degli Artisti di San Pietroburgo.
Artist’s website