Author:
Domus
Published:
April 13, 2016
Categories:
City Design Education

Anche quest’anno, Domus ha invitato quattro Università a collaborare in occasione della Design week. Ringraziamo anticipatamente i venticinque giovani studenti o neolaureati che, nei prossimi giorni, animeranno il blog loves.domusweb.it.

____________________

Anche quest’anno, il marchio di abbigliamento COS, consolida la sua partecipazione alla Design Week milanese con una installazione al Cinema Arti, firmata dall’architetto giapponese Sou Fujimoto, dal titolo “Forest of Light”. Un’esperienza coinvolgente in cui la luce diventa l’unico materiale da costruzione definendo lo spazio e reagendo ai movimenti delle persone che l’attraversano. Il Cinema Arti, luogo storico nel pieno centro di Milano, tristemente abbandonato da anni, torna ad essere palcoscenico per un’opera che esplora le nozioni di percezione, interazione e contemplazione. Attraversando la hall del cinema ci si ritrova improvvisamente nell’oscurità, dove subito si può scorgere una selva di luci in cui è piacevole perdersi: è un emozione! Una leggerissima nube di fumo conferisce matericità ai fasci di luce, un profumo e una sequenza di suoni aumentano l’esperienza sensoriale, pareti specchiate simulano un paesaggio infinito e una serie di sedute posizionate all’interno dei coni di luce invitano alla contemplazione; tutti questi elementi conferiscono allo spazio una bellezza quasi eterea. La collaborazione di Fujimoto con COS diventa occasione per reinterpretare nuovamente l’idea di foresta a cui l’architetto è stato sempre legato, come è evidente in molti dei suoi progetti (ad esempio la Musashino Art Library, una vera propria foresta di libri e scaffali). Fujimoto rivive la verticalità che contraddistingue la foresta, anche ripercorrendo ogni giorno le strade dell’immensa Tokyo, in la cui densità del costruito è vissuta dall’architetto come una sconfinata foresta artificiale. Credo che l’uso della luce come unico strumento per generare uno spazio sia ottimale per un’installazione progettata in occasione della Design Week, un evento speciale, di breve durata, che termina senza lasciare alcuna traccia. L’atmosfera è raccolta, la meditazione è collettiva, l’oscurità e i suoni danno l’impressione di trovarsi all’aperto, la natura artificiale è messa in scena. Nel vecchio cinema, la finzione scenica torna a stimolare l’immaginazione. La luce non penetra nella foresta: la luce è la foresta.
Leggi anche l’opinione della nostra redazione su domusweb

Cinema Arti
Via Mascagni Pietro, 8, 20121 Milano
Dal 12 al 17 aprile / 10.00 – 19.00