Author:
Domus
Published:
January 24, 2016
Categories:
Architecture News

Ad un anno esatto dalla prima esposizione il collettivo Casa a Mare torna a Bologna per presentare la mostra Dwelling Art. Gli artisti Luca Coclite e Giuseppe De Mattia, con il curatore Claudio Musso, hanno accolto nel titolo la definizione suggerita da Jan van der Donk, fondatore e direttore di Studio Montespecchio. Nelle parole di van der Donk Casa a Mare diventa l’ultimo esponente di un movimento artistico, la “Dwelling Art” appunto, che vanterebbe rilevanti antecedenti storici tra arte e architettura (Charles Francis Annesey Voysey, Le Courbusier, Les Levine, Richard Long tra gli altri).

L’esposizione pensata per le stanze al piano terra del Museo della Musica ruota attorno al video omonimo e all’idea di una mostra utopica, ancora da realizzare. La scultura Paracane, riproduzione in scala di un muro di cinta delle case rurali di montaliana memoria («una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia»), posta al centro della sala principale dialoga con tre poster di grande formato che rimandano all’idea di promozione di una mostra da inaugurare, i cui soggetti sono stampi cementizi solitamente utilizzati per realizzare recinzioni. Le strutture architettoniche e scultoree presenti nello spazio sono espressione di una cultura bassa, materiale, che cerca il suo orgoglio nella mimesi di forme naturali, classiche o di ritmi, greche, che nel tempo hanno sostituito il glifo nella pietra con il cemento. Come un’abitazione reale, Casa a Mare è munita di apposite “stanze per gli ospiti”, si apre cioè alla collaborazione con altri artisti la cui ricerca interseca i temi del progetto o il cui contributo risulta necessario alla creazione dell’atmosfera. Il terzo ospite di Casa a Mare è Massimo Carozzi, sound artist e musicista, il cui contributo sonoro è parte integrante del percorso espositivo.

“Dwelling Art” di Casa a Mare (Luca Coclite e Giuseppe De Mattia) con Massimo Carozzi, a cura di Claudio Musso,
Museo internazionale e Biblioteca della musica | Strada Maggiore 34, Bologna
Vernice sabato 23 gennaio ore 17.00