When Objects Dream


by Marco Corona, studente di Architettura, Università di Pescara

1
Immagine 1 di 4

Browse Air

Anche quest’anno, Domus ha invitato quattro Università a collaborare in occasione della Design Week. Ringraziamo anticipatamente i venticinque studenti o neolaureati che, nei prossimi giorni, animeranno il blog loves.domusweb.it.
____________________

In questi anni il design ha creato prodotti in grado di pensare, prevedere, educare, cambiare e soprattutto servire l’uomo. Questa volta invece, in Via dell’Orso 16 nel cuore della Brera Design District, gli studenti dell’Università di Losanna entrano nell’anima più profonda degli oggetti mostrandoci quello che mai avevamo visto o immaginato: i loro sogni. I laureandi dell’ECAL, attraverso un connubio tra reale e virtuale, esasperano il concetto di domotica con oggetti tangibili che proiettano su schermi i loro desideri. Così un tostapane sfoga tutta la sua forza spingendo in aria e rifiutando qualsiasi cosa gli capiti a tiro, un metronomo scandisce il ritmo di una partita a ping pong, un ventilatore sfoglia pagine irreali di una rivista e una lampada ci invita a danzare scoprendo cosa c’è al suo interno oltre la luce. Gli oggetti in mostra a “When Objects Dream” , questo il titolo della mostra, sono inutili ai fini pratici, ma mostrano un mondo fantastico trascinandoci in una favola i cui protagonisti, per la prima volta, fuggono dall’ambiente domestico nel quale sono rilegati per dare libero sfogo alle proprie ambizioni. Chissà che adesso, dopo aver avuto visibilità al FuoriSalone, non decidano di continuare a realizzare i loro sogni piuttosto che i nostri.
Per scoprire di più sulla mostra >>> ecal.ch
Ecole cantonale d’art de Lausanne ECAL