Author:
Domus
Published:
May 3, 2015
Categories:
Architecture Design Education Nature

Esatto proprio cosi, un’unica casa che può trovarsi in ogni posto, può decidere di affacciarsi direttamente in Uganda, fra le vette africane più alte, oppure, per chi ama una vacanza-safari, la casa può essere trasportata liberamente in Keynya tra l’habitat degli animali esotici. Nata dal progetto di Charlotte Perriand nel lontano 1934, la ‘’Maison au Bord de l’Eau’’, realizzata due anni fa dalla compagnia Louis Vuitton, è rimasta esposta, durante il Salone del Mobile, all’interno del prestigioso giardino di palazzo Bocconi a Milano. Il progetto iniziale, vinse il secondo premio al contest di design istituito dalla rivista “L’Architecture d’Aujourd’hui’’. Charlotte Perriand concepì la sua abitazione per stimolare e incoraggiare lo sviluppo di case per vacanze costituite da materiali semplici e reperibili che potessero rivelarsi adatte ad un ampio ventaglio di utenti. Successivamente, il progetto venne rivisitato e, la cura dei materiali, la raffinatezza delle finiture e la qualità del fabbricato in generale, ne fecero una soluzione di natura esclusiva, per lo più riservata a vacanzieri benestanti. La maison nomade, che permette di essere spacchettata e rimontata a piacimento in ogni località, fu pensata come una grande tenda che, per forma e soluzioni spaziali, traeva ispirazione sia dalle tende dei campeggiatori che dalle palafitte dei pescatori. La forma in pianta “a patio” crea una soluzione a ‘’U’’  fornendo uno spazio centrale aperto ma protetto lateralmente, uno spazio dedicato al gioco e al relax da cui poter godere della natura circostante. La maggior parte dei componenti è costituita industrialmente e si possono montare in varie configurazioni secondo le esigenze dell’utente e le specificità dello spazio in cui la casa viene montata. Louis Vuitton ha ripreso il progetto e, in collaborazione con Cassina, ha prodotto gli arredi disegnati dall’architetto Perriand. A consacrare questa iniziativa, la celeberrima chaise longue «LC4», disegnata da Perriand con LeCorbusier, viene presentata in una versione limitata a mille esemplari. È dotata di una particolare selleria fornita dalle concerie della casa di moda francese, con materasso autoportante in cuoio naturale rosa e poggiatesta e poggiapiedi in cuoio marrone scuro. Molti altri arredi si riconoscono nel marchio L.V. per la particolare pelle dal riconoscibile colore marrone. Il viaggio stesso sta già nell’immaginare a dove poter ‘’piantare’’ l’abitazione.

Casa di vacanza au bord de l’eau: pubblicata su Domus 989 marzo 2015 con un testo di Jacques Barsac e fotografie di Stéphane Muratet