Le due anime. Musei e allestimenti in Italia dal dopoguerra ad oggi


by Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Le due anime. Musei e allestimenti in Italia dal dopoguerra ad oggi
Immagine 1 di 12

Franco Albini, Galleria di Palazzo Rosso, Genova (1952-1962). Immagine tratta da Domus 408, novembre 1963 >>> Archivio Digitale

Conferenza di Francesco Moschini, architetto, storico dell’architettura e accademico nazionale di San Luca
Musei Capitolini, Sala Pietro da Cortona, Roma, martedì 23 febbraio 2016 alle ore 16.00

Una serie di importanti allestimenti caratterizza la storia artistica e architettonica del XX secolo. L’arte e l’architettura moderna hanno trovato in questo campo, a partire dagli esempi delle avanguardie storiche, un terreno fertile di sperimentazioni in cui far dialogare discipline e linguaggi diversi, definendo modalità varie di comunicazione per la trasmissione di dati e concetti, capaci di arrivare al grande pubblico, sia nello spazio del museo che nell’ambito effimero delle esposizioni.
In particolare dagli anni Trenta in Italia si è affermata una cultura progettuale d’eccellenza che si è felicemente sviluppata nel secondo Dopoguerra sul versante della sperimentazione dei nuovi linguaggi della comunicazione, operando nei due campi dell’effimero e del permanente.
La vicenda della museografia italiana, a partire dagli allestimenti di Franco Albini, realizzati a Genova tra il per Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e per il Tesoro di San Lorenzo (1949-1962) e ai lavori esemplari di Scarpa per Castelvecchio a Verona (1957-64), si intreccia con la storia delle mostre allestite nei musei e non solo: una sorta di seconda anima che segna l’evolversi di progetti e realizzazioni che mettono al centro l’esperienza dello spettatore e le sue relazioni emotive ed estetiche con lo spazio.
L’incontro curato da Francesco Moschini illustrerà i punti centrali di questo percorso con riferimenti anche ad esempi internazionali.

È previsto il rilascio di un attestato di formazione. La partecipazione a otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti di tutti i corsi al riconoscimento di due crediti formativi.
Prenotazione obbligatoria _ Partecipazione gratuita all’incontro
Organizzazione: Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.
Per maggiori informazioni:
Sito web
Email