Author:
Domus
Published:
October 26, 2015
Categories:
Architecture Design Fashion

La collezione è ispirata al movimento della Bauhaus. In particolare ai lavori di Gunta Stolzl, designer tedesca che attraverso la tessitura riproduce i colori e i paesaggi dei quadri di Paul Klee. Nei tagli e nelle forme Anita Bassetti ricrea le strutture geometriche che riprendono l’architettura e il design tedesco degli anni 20’.
Nei materiali punta alla morbidezza dei tessuti come la georgette, il raso e lo chiffon. Forte la presenza della maglieria in jacquard di seta e cotone. Vi è anche il san gallo che con il ricamo ricrea geometrie che riprendono gli arazzi della Stolzl.
La collezione è intitolata Amélie perché in parte ispirata al personaggio e alle liriche di Yann Tiersen del film ‘Il favoloso mondo di Ameliè.

Foto: Giulia Bersani