Author:
Domus
Published:
February 13, 2016
Categories:
Design Visual arts

“Il tappeto è qualcosa che contiene, che protegge, che ammortizza e che mi permette di tornare all’infanzia, come se mi portasse indietro nel tempo. Quando c’è un tappeto c’è una certa cura dello spazio. I tappeti che tesso rappresentano quello che sono stata, i luoghi che ho visitato, tesso per rendere eterno un determinato momento. C’è chi per farlo scatta una foto, io faccio un tappeto. Mi riesce più facile di dipingere attraverso la pittura o qualsiasi altra tecnica. I tappeti, la lana, hanno una vibrazione che conosco e che mi appartiene. Una domanda che mi hanno sempre fatto sul mio lavoro, è se quello che faccio possa considerarsi arte o design e se si possa usare. Mi sembra ottimo che l’arte si possa usare e, se lo si vuole chiamare design, che lo si chiami così.” Alexandra Kehayoglou

Trascrizione di una breve intervista fatta da sancarlosba
Per maggiori informazioni sull’artista argentina:
alexkeha.com
Instagram
Facebook