Alberto Ponis: The Right Rock


by Corrado Cattinari

Un tributo al grande architetto Alberto Ponis e alle sue creazioni nel nord della Sardegna. Una testimonianza del suo lavoro appassionato e meticoloso, alla costante ricerca di un equilibrio con il paesaggio.

“Se un terreno è senza rocce, sono in difficoltà. […] Anche una sola roccia è un grandissimo aiuto, perché ti permette di muoverti come lungo un muro che ti protegge piuttosto che in una piazza senza riparo. […]
La casa appoggiata a un volume mi è sempre piaciuta di più di una casa isolata, in generale. Non so spiegare in termini scientifici il perché di questo, fatto sta che, se un terreno è attraversato per il 50% da rocce varie e ha l’altra metà pulita, sicuramente la maggior parte dei miei colleghi metterebbe la casa nella parte pulita per non avere impicci, problemi. Oppure la metterebbe nella parte con le rocce facendole rimuovere. Io vado a mettermi parzialmente sulla parte rocciosa senza toccarle, mettendomici sopra, ma senza demolirle, ma al massimo incorporandole e inglobandole nei muri come se cercassi una specie di parentela, una sorta di attestato di vecchia appartenenza al posto e non avessi quella sensazione di essere appena arrivato in quel luogo e di essere quindi un po’ un intruso. Quindi le rocce sono per me un elemento di appoggio e diventano parte della casa.
Abbiamo la fortuna di avere, in questa regione, le formazioni rocciose più vecchie del Mediterraneo, dell’Europa. (La Sardegna) È come la pelle rugosa di un animale preistorico e questo si sente.
[…] Sono arrivato a fare un numero di case che mi vergogno un po’ a riferire. Non sono arrivato a mille, ma sono oltre 200.
Ci sediamo intorno a un tavolo (con i committenti) e mi raccontano com’è la loro vita, la loro vacanza ideale, che cosa vorrebbero, tutto quello che desiderano e che, in un certo senso, costituisce la casa dei sogni. Nel giro di due o tre mesi partono i lavori. Oggi ci vorrebbe un anno e mezzo, forse due, per avere i permessi ma, allora, i tempi erano diversi, in un mese si avevano i permessi e si cominciava.” Alberto Ponis

Video di Corrado Cattinari: sito web
Copertina: Casa Scalesciani, Costa Paradiso, Sardegna. Progetto e fotografia di Alberto Ponis.
Pubblicata su Domus n.990, aprile 2015