101, Lina!


by Nicola Di Battista

L’omaggio a Lina Bo Bardi e alla sua preziosa collaborazione con Domus, ci permette a continuare a indagare il contributo dato dall’editore Gianni Mazzocchi con le sue riviste (vedi domus 984) alla diffusione della cultura dell’abitare. La ristampa anastatica del numero 1 della rivista-giornale A – Attualità, Archiettura, Abitazione, Arte, pubblicata il 15 febbraio 1946 dall’Editoriale Domus e diretta da Lina Bo, insieme a Carlo Pagani e Bruno Zevi, racconta una straordinaria storia italiana d’impegno culturale, etico e civile teso alla costruzione di un Paese migliore, senza più guerre. Il programma del giornale era chiaro e preciso:

“Occorre che la gente si occupi delle proprie case, delle proprie scuole, dei piani delle proprie città, delle fabbriche, degli edifici pubblici, dei mezzi di trasporto, degli edifici sportivi e di pubblico spettacolo. Occorre che tutti partecipino coscientemente alle soluzioni architettoniche e urbanistiche riguardanti il proprio Paese”.

Una magnifica idea per una rivista di tendenza che, nei nove numeri dati alla stampa, fissa il suo inestimabile e graffiante contributo per la rinascita del Paese. Di cose simili abbiamo urgente bisogno ancora oggi.

Per acquistare la versione cartacea potete visitare il nostro shop
Fonte: domus 986 Dicembre 2014

101, Lina!
Immagine 1 di 12

I 9 numeri della rivista A che ha avuto periodicità quindicinale dal numero 1 (15 febbraio 1946) al numero 7 (25 maggio 1946); dal numero 8 (1 giugno 1946) al numero 9 (8 giugno 1946) diventa settimanale, con il sottotitolo Cultura della vita